domenica 30 dicembre 2018

Buon 2019 e... a presto!

Quand'ero piccolo e frequentavo le elementari (a cavallo tra gli Anni 60 e 70), ci fu un periodo che alcuni miei coetanei mi vessavano in ogni modo, a scuola e per strada. Una volta, uno di loro si era messo in testa -a causa probabilmente del contrasto con la mia carnagione molto chiara- che io avessi il rossetto sulle labbra, "come le femmine".

La cosa si faceva insistente, tanto che una volta, di fronte all'ennesimo "Guarda quello lì, si mette il rossetto come le femmine!", urlato per strada, mi girai verso di lui, mi passai due dita sulle labbra e gli feci: "Guarda, non ho nessun rossetto!". Ma lui, nulla: incontrandomi per strada, continuava a sostenere la sua teoria...

Di questo non ho mai parlato con nessuno, neppure con i miei genitori, anche se la cosa mi dava veramente fastidio.

Decisi di ignorarlo. Dissi a me stesso: se non è vero, perché devo farmi un problema? Se gli altri credono questo di me è un problema loro; sono solo degli stupidi, non possono rovinarmi l'esistenza...
Mi promisi, a 7 anni, che mai e poi mai mi sarebbe importato di quello che gli altri pensassero di me e, tantomeno, di chi raccontasse balle su di me. Non sempre ci sono riuscito, soprattutto quando ho incontrato degli specialisti nel seminare zizzania...

Siamo alla fine del 2018, e voglio augurare a tutti voi un nuovo anno pieno di soddisfazioni e di cose belle.

Per qualche tempo mi assenterò dall'aggiornare questo blog e da molto altro.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno sin qui seguito, ma -statene certi- tornerò.

A presto.

sabato 29 dicembre 2018

San Tommaso Becket, patrono di Mottola

Il santo patrono di Mottola -tutti i mottolesi lo sanno benissimo- è Thomas Becket.
Ma perché un vescovo inglese martire è divenuto il protettore di una cittadina pugliese? Mettetevi l'anima in pace: è -e resta- un mistero.

Studiosi locali (e no) hanno cercato di dare una spiegazione, hanno fatto ricerche, hanno azzardato ipotesi, ma vi risparmiamo di menzionarle, essendo tutte confutabili se non inventate di sana pianta. Come la "leggenda" che ci raccontavano i nostri nonni su un Becket martire senza gambe (colpa del mezzobusto ligneo custodito nella Chiesa Madre, ex-Cattedrale).


Sfatiamo anche un altro mito, ovvero che Mottola abbia il primato di essere il solo comune italiano ad avere Thomas Becket come santo protettore.
C'è un altro comune che lo annovera come patrono: Ponte di Piave, in provincia di Treviso.
E' però inspiegabile come anche l'Osservatore Romano (edizione del 28 dicembre 2017) ci sia cascato!

clicca per scaricare > OSSERVATORE ROMANO

Alla fine del 2002, l'editrice mottolese Lilliput pubblicò, nella collana Le Fontane, "Tommaso. Storia e leggenda del santo di Canterbury", una raccolta di scritti su Becket curata da Valerio Rota, con una illuminata e illuminante prefazione di don Giuseppe Ciaurro, allora parroco della Chiesa Madre.
Potete scaricare il file pdf del volumetto, e leggerlo per la prima volta in una versione tutta a colori (l'edizione Lilliput era stampata "on demand" e in bianco nero).

clicca per scaricare > TOMMASO

Questo è un blog che parla di fumetti e quindi, infine, vi segnaliamo un racconto della collana Historica (n. 69), edita da Mondadori, ambientato ai tempi di Thomas Becket e che ha come protagonista la Regina Eleonora, consorte di Enrico II (Il Plantageneto), colui che, con i suoi proclami, può considerarsi il mandante morale dell'assassinio del vescovo di Canterbury.


domenica 9 dicembre 2018

Walter Trono su Dragonero 67

Vi segnalo il nuovo episodio di Dragonero -la prossima settimana in tutte le edicole- con i disegni del martinese Walter Trono.


Dopo i numeri 22, 23, 41 e 53 (oltre allo spin-off "Il racconto del cacciatore" apparso sul n. 14, Lo sguardo della bestia), Trono torna a disegnare una nuova storia del personaggio Bonelli con ambientazioni fantasy ideato e scritto da Luca Enoch e Stefano Vietti.

Eccovi la copertina (opera di Giuseppe Matteoni) e tre tavole di Trono tratte dalla storia.





Dragonero 67

Il demone sotto la pelle
In edicola dall'11 dicembre 2018

Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch
Disegni: Walter Trono
Copertina: Giuseppe Matteoni

Un sunto delle storia:
Di ritorno da una missione in un’enclave isolata tra le montagne innevate del Nord, Ian e Gmor s’imbattono in un gruppo di ragazze in pericolo. Chi le insegue non mostra affatto amichevoli intenzioni… anzi: intende proprio ucciderle tutte! I nostri due eroi dovranno dunque sguainare spade e asce per difendere la vita delle giovani vittime sacrificali, ma, per fortuna, non saranno soli! Al loro fianco, combatterà un nuovo, potentissimo quanto misterioso alleato.

domenica 18 novembre 2018

Premio Nuvolosa 2019





Walter Trono, talentuoso fumettista martinese, trasferitosi per lavoro in quel di Biella, ci segnala il Premio "Nuvolosa".

Al fine di premiare la creatività e il talento giovanile, l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Biella bandisce, in collaborazione con l’Associazione Culturale Creativecomics, il PREMIO NUVOLOSA - Concorso per la realizzazione di tavole a fumetti.

Tema: "La montagna inchiostrata: paesaggio naturale, metafora della vita, luogo dell'anima".

Una giuria composta da professionisti del fumetto e dell'editoria valuterà gli elaborati artistici. 

I premi:
1° classificato 1000 € 
2° classificato 500 €
3° classificato 300 €

Verranno selezionate nove opere per la realizzazione di un catalogo e l'esposizione finale che avrà luogo dal 16 al 31 marzo 2019 presso Palazzo Ferrero a Biella.

Termine ultimo per l'invio dei file: 7 gennaio 2019

Maggiori informazioni:

martedì 13 novembre 2018

So long, Stan!


Ormai la notizia si è diffusa capillarmente, su internet, in tv, sui quotidiani, alla radio, sull'intero globo terrestre (e non solo tra gli appassionati di comics).
Ieri ci ha lasciato, all'età di 95 anni, il grande unico inarrivabile Stan Lee, prolifico autore e principale artefice della nascita -insieme ad un altro grande del fumetto mondiale: Jack Kirby- dell'Universo Marvel.

Ricordo come fosse ieri il mio primo albo a fumetti della Marvel. Avevo 9 anni. Era il 1972, qualche giorno dopo ferragosto, e mio padre tornò a casa con un fumetto per alleviare un po' la mia pena, essendo costretto a letto (ingessato dalla testa ai piedi con il caldo torrido!) a causa di un incidente. Era il n.61 de L'Uomo Ragno, "Un fruscìo d'ali nella notte", pubblicato dalla leggendaria Editoriale Corno.


Rimasi affascinato dai disegni, dalle atmosfere cupe del racconto che vedevano i due Avvoltoi (quello "originale" e il "nuovo") scontrarsi tra loro, con Spider-Man (ma allora era "L'Uomo Ragno"!) che salva un bambino dal crollo di un cornicione, causato dai due criminali.



Ho ancora davanti agli occhi la prima tavola del racconto, con uno strepitoso disegno a tutta pagina (una "splash-page", per usare un termine da addetti ai lavori) raffigurante il supercriminale l'Avvoltoio appollaiato su un cornicione sotto una pioggia scrosciante, con le mitiche matite di Don Heck su bozzetti di John Romita e le chine di Mike Esposito.


Da allora, sino ad oggi ho collezionato migliaia di albi, e un appassionato come me, nel 2002, non poteva non pubblicare una cronologia dettagliata di Spider-Man (con la prefazione nientepopodimenoche di Marco Rizzo!) edita dalla mia Lilliput (editrice on-demand)...




Un piccolo successo, con ben 400 copie vendute, tutte stampate e allestite in proprio.

Ecco cosa scriveva Marco Rizzo nell'introdurre il volume:

Sebbene la nascita dell’Era Marvel dei Comics sia comunemente associata all’uscita di Fantastic Four 1, nel novembre del ’61, è con Amazing Fantasy 15, risalente a esattamente 40 anni fa, che Stan Lee infrange definitivamente lo stereotipo del supereroe inaugurato da Superman, proponendo un personaggio che sarebbe assorto a nuovo modello per l’intera industria dei fumetti americani. 
L’idea di Lee era davvero azzeccata: per favorire l’immedesimazione del lettore con il personaggio, il protagonista non sarebbe stato un uomo adulto, forte, sicuro di sé, distante dai legami familiari e dalla vita di ogni giorno, tanto meno un miliardario come Bruce Wayne. Considerato che la quasi totalità dei lettori di comics negli anni ’60 erano adolescenti o bambini, era una scelta ovvia trasformare il supereroe in un ragazzino impaurito dai propri poteri e soverchiato dalle responsabilità. Infatti, mentre i Fantastici Quattro e Hulk mescolavano (con l’originalità e la bravura giustamente riconosciute) vecchi temi della fantascienza ai tradizionali supereroi, è l’Uomo Ragno ad accantonare i “superproblemi” fantascientifici della Cosa e di Hulk ponendosi quei “superproblemi” della vita di tutti i giorni.

Ed ecco un frammento di pagina con i dati particolareggiati del n. 63 della serie The Amazing Spider-Man, pubblicata in Usa con data agosto 1968, e in Italia, appunto, su L'Uomo Ragno 61 della Corno, il primo albo Marvel da me letto e posseduto:




Ricordi. Bellissimi ricordi.

Chiudo con l'intervista a Stan Lee, realizzata in Italia, nel 1974, a Lucca Comics, andata in onda diversi anni dopo (nel 1977) nel corso del programma Rai "Supergulp"


Grazie Stan, r.i.p.

venerdì 9 novembre 2018

Arriva Manuscripta 2018

MANUSCRIPTA  il  festival dedicato alla letteratura a fumetti a Martina Franca.
30 Novembre, 1|2 Dicembre  2018.

Arriva la III Edizione del festival dedicato al romanzo disegnato d’autore.
Dal 30  novembre il centro storico di Martina Franca e le vie principali della città saranno invase dai fumetti!
Tre location: Palazzo Ducale, Centro diurno e il Caffè letterario Undercover

Mostre, presentazioni, incontri con gli autori, seminari, workshop master class e eventi live, tutti dedicati al mondo dei graphic novel.

Manuscripta  è un appuntamento tutto pugliese  per gli appassionati di tutti i mondi possibili anche quelli disegnati a matita.

Venerdì  30 Novembre
ore 9.30 – Biblioteca Comunale|  Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso presentano: Peppino Impastato, un giullare contro la mafia (Becco Giallo)
ore 10:00 – Centro Diurno|  Claudio Cicciarelli presenta: Nel sonno della Ragione (Shockdom)
ore 11.00 – Biblioteca Comunale|  Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso  presentano La mafia spiegata ai bambini, L’immigrazione spiegata ai bambini, (Becco Giallo)
ore 16.00-18.00 – Biblioteca Comunale|  Walter Trono MASTERCLASS: Una pagina a fumetti: dalla telefonata dell’editore al meritato compenso!
ore 18.30 – Centro Diurno|  Claudio Cicciarelli presenta: Nel sonno della Ragione (Shockdom)
ore 20.00 – Sala degli uccelli| Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso presentano Salvezza (Feltrinelli Comics)



Sabato 1 dicembre
ore 9.30 – Biblioteca Comunale| Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso presentano: Salvezza (Feltrinelli Comics)
ore 11.00 – Biblioteca Comunale Rosalba Vitellaro e Alessandra Viola raccontano il cartone: “La Stella di Andra e Tati ” (Larcadarte)
ore 11.30 – Sala Consiliare|   Roberto Grossi presenta: Il grande prato (Coconino)
ore 16.00-18.00 – Biblioteca Comunale|  Beppe Sansone WORKSHOP: Disegnare Topolino
ore 18.30 – Sala degli uccelli|  Grazia La Padula presenta: Giardini d’inverno  e  Echi invisibili (Tunuè)
ore 20.00 – Sala degli uccelli | Giulio Rincione presenta:  Paperi  (Shockdom)  Vite di Carta (Shockdom)

Domenica  2 dicembre
ore 11.30 – Biblioteca Comunale| Vincent Zabus  e Thomas Campi presentano: Macaroni! (Coconino)
ore 18.00 – Sala degli uccelli | Fabrizio Liuzzi, Gabriele Benefico, Gianfranco Vitti presentano: Le indagini di Andrè Dupin (Lavieri)


ore 19.00 – Sala degli uccelli|  Gabriele Villani (Coma Empirico) presenta: Coma Empirico, tutta la notte del mondo (Beccogiallo)




ore 20.00 – Basilica di San Martino | Gabriele Ba presenta: Don Milani- Bestie uomini e dio (Beccogiallo)

Dopofestival
Dalle 22:00, tutte le sere gran baldoria presso l’Undercover Caffè Letterario, con autori, dj e musicisti di Martina Franca

Il Festival è organizzato dall’Associazione Terra Terra e dai Presìdi del Libro e patrocinato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), dalla Regione Puglia e dal Comune di Martina Franca.

Direttore Artistico: Piero Angelini

Maggiori informazioni:
http://manuscripta.terraterra.eu/

sabato 27 ottobre 2018

Aspettando Lucca Comics 2018 (parte seconda)


Vi segnalo un altro fumettista tarantino presente a Lucca Comics 2018 (stand BeccoGiallo).
Coma Empirico, alias Gabriele Villani, è nato Taranto nel 1990. Ha studiato al Liceo Artistico e poi al DAMS presso l’Università di Roma Tre. Illustratore, disegnatore, appassionato di fumetti, ritorna a Taranto nell’agosto 2016 e apre una pagina Facebook sulla quale inizia a postare storie brevi a fumetti (sono suoi sia i testi che i disegni) che trattano di dilemmi esistenziali. Nel suo personaggio si riconoscono centinaia di migliaia di visitatori (più di 185.000 i followers).
Oggi le sue storie sono raccolte nel volume Tutta la notte del mondo edito da BeccoGiallo (in libreria da settembre).





Una menzione anche per Grafite, Scuola di Fumetto con sedi a Taranto, Bari e Lecce (diretta dal tarantino Gian Marco De Francisco) presente allo stand 290, Padiglione Napoleone.

Senza dimenticare il grottagliese Andrea Antonazzo (giornalista, sceneggiatore, traduttore, editor) che sarà -tra l'altro- il moderatore (domenica 4 novembre, ore 12:00, Auditorium Fondazione Banca del Monte) dell'incontro con le star del fumetto Neal Adams (Batman, Green Lantern/Green Arrow, Deadman, X-Men, Avengers), Arthur Adams (Longshot, X-Men, X-Factor, Excalibur, Hulk) e Walt Simonson (Thor, Fantastic Four, Wonder Woman).

Viva Lucca Comics!
Viva i professionisti tarantini del fumetto!